sabato 6 settembre 2014

La neghittosità con cui la Procura di Catanzaro, la Procura Generale presso la Suprema Corte di Cassazione, il Consiglio Superiore della Magistratura, il Presidente della Repubblica ed il Procuratore Generale di Potenza...

Quello che sconcerta è la neghittosità con cui la Procura di Catanzaro (competente per i reati dei magistrati operanti in Basilicata), la Procura Generale presso la Suprema Corte di Cassazione (responsabile dei procedimenti disciplinari a carico dei magistrati), il Consiglio Superiore della Magistratura (responsabile della carriera e delle destinazioni dei magistrati), il Presidente della Repubblica (Presidente del CSM) ed il Procuratore Generale di Potenza (responsabile della vigilanza sull'operato della Procura di Matera),
TUTTI FORMALMENTE EDOTTI CIRCA I FATTI IN QUESTIONE ED ANCHE FATTI ANCORA PIU' GRAVI IMPUTATI ALLA D.SSA CELESTINA GRAVINA, nulla abbiano fatto di concreto. CELESTINA GRAVINA E' ANCORA AL SUO POSTO E FIRMA RICHIESTE DI ARRESTO, avendone facoltà!