martedì 30 luglio 2013

Inquinamento radioattivo? Se non risponde Bubbico, chiediamolo a Geiger

Alle domande sul “misterioso” corteo che alle prime ore del giorno 29 luglio 2013 ha percorso le strade Lucane e Pugliesi dal centro “Enea-Itrec” di Rotondella (piccolo comune in provincia di Matera) sino all'aeroporto militare di Gioia del Colle, nessuno risponde.
Il ministro ed il viceministro dell'Interno tacciono, i Prefetti di Bari e Matera non parlano, i parlamentari lucani nemmeno chiedono (fatta eccezione per l'isolato Vito Petrocelli M5S). Anche i responsabili dell'Itrec nulla dicono. Il responsabile del sito Itrec, Edoardo Petagna, non parla con i giornalisti e li indirizza all'ufficio stampa della Sogin con sede a Roma. Il responsabile dell'ufficio stampa, Marco Sabatini, dichiara di non sapere nulla. Chiuso per ostentato silenzio!
L'assenza di risposte, piuttosto che silenziare e tacitare le domande ne suscita altre e (se possibile) ancora più gravi.
Ci sono state contaminazioni, dispersioni, inquinamento dell'ambiente? Di quale entità?
Solo questo, signori. Una domanda semplice che consente solo risposte semplici: sì o no.

La risposta non tarderà a venire, che a fornirla sia Filippo Bubbico o un contatore Geiger è solo questione di tempo (poco, circa tre mesi).