venerdì 11 settembre 2009

TORERO CAMOMILLO: IL MATADOR CHI E'?

Forse una gigantesca risata, una risata italiana, europea, mondiale! Questo resterà e questo è tutto, ma è anche la fine della residua credibilità di un personaggio che è stato (a suo modo) davvero grande. Peccato, perché non era il male assoluto e forse non era neanche male. Adesso viene la stagione della resa dei conti ma, come al solito, non si renderà un bel niente. Tutto ricadrà sulle spalle di uno, mentre i tanti (veri) manovratori resteranno nell'ombra di un nuovo equilibrio che già esiste. Mandano il matador allo sbaraglio, armato della sua pochezza e già hanno scelto chi vestirà la candida veste dopo il pogrom imminente. Tutto deve cambiare affinchè nulla cambi! Almeno godiamoci quest'ultima risata che ci ha regalato sperando, come nella canzone, che ne venga fuori in qualche fortunoso modo.

Lallara lallara lallara lalla la olè!

Già il toro è nell'arena,
però non c'è il torero
Cos'è questo mistero?
Chissà dove sarà!

Olé!

Lo cercano dovunque,
la folla intanto grida
che vuole la corrida,
che vuole il matador.

Olé Olé Olè!

Rit:
Il matador chi è?
Torero Camomillo,
il matador tranquillo,
che dorme appena può.
Torero Camomillo
se il toro ti è vicino
tu schiacci un pisolino
e non ci pensi più.

Lallara lallara lallara lalla la olè!

Ed ecco finalmente
che scende nell'arena
non sembra darsi pena,
va con tranquillità.

Olé!

Avanza lemme lemme,
si piega sui ginocchi
e si stropiccia gli occhi
il grande matador.

Olé Olé Olè!

Rit:
Il matador chi è?
Torero Camomillo,
il matador tranquillo,
che dorme appena può.
Torero Camomillo
se il toro ti è vicino
tu schiacci un pisolino
e non ci pensi più.

Lallara lallara lallara lalla la olè!

La folla va in delirio,
vedendo quel torero
accarezza il toro
e poi ci dorme su.

Olé!

E' buono e sottomesso,
quel toro grande e grosso
che fa da materasso
al grande matador.

Olé Olé Olè!

Rit:
Il matador chi è?
Torero Camomillo,
il matador tranquillo,
che dorme appena può.
Torero Camomillo
se il toro ti è vicino
tu schiacci un pisolino
e non ci pensi più.

Lallara lallara lallara lalla la olè!